Punta esplorativa all’Abisso Paolo Picciola

Venerdì 6 agosto un’ altra punta esplorativa all’abisso Paolo Picciola sul massiccio del Monte Canin, è stata portata a termine da alcuni soci della CGEB.

Esplorate alcune zone e completato il rilievo fino alla congiunzione con l’abisso Cappelli.

Presa una finestra a meno 580 prima della congiunzione che con una condotta porta ad un importante attivo che abbiamo sceso per una serie di pozzi fino meno 620.

Da li un’altra condotta alta 1 metro ma per metà occupata dall’acqua obbliga, per proseguire, l’uso di mute stagne, sempre presente un’importante corrente d’aria,di conseguenza l’obbligo morale dettato dalla curiosità ci obbligherà a tornare !

Più in profondità, un’ ulteriore dedalo di gallerie e condotte, è apparso dinnanzi a noi come un complicato labirinto, ed infine, percorse le gallerie della Cappelli fino al punto massimo esplorato da Silvia Foschiatti.

Hanno partecipato, Rocco Romano, Adriano Balzarelli, Paolo Manca e Spartaco Savio.