home > Legislazione e tecnica > Apparecchio per il rilievo di sezioni

APPARECCHIO FLASH PER IL RILIEVO DI SEZIONI IN CAVITÀ

Pubblicato sul n. 1 di PROGRESSIONE - Anno 1978

Il rilevamento in grotta di sezioni di gallerie e pozzi rappresenta uno dei punti fondamentali ai fini dello studio della genesi e della morfologia delle cavità. Il grosso pro­blema dello studioso è stato sempre quello di eseguire un rilevamento piuttosto veloce ma nello stesso tempo di buona precisione.

Per arrivare a ciò si è pensato di usare il metodo fotografico costruendo uno speciale flash adatto a questo scopo. Lo spunto per la costruzione di questo apparecchio venne da un incontro con alcuni speleologi del «Co­mitè Recherches Souterraines Avancees» di Angouleme. Essi usavano uno speciale tipo di Flash per il rilevamento e lo studio di cavità completamente sommerse. Con alcune modifiche lo si è adattato alle nostre ne­cessità.

Questo apparecchio è composto da due dischi di metallo del diametro di circa 30 - 60 cm. a seconda dell'ampiezza della gal­leria che s'intende rilevare, fissati uno di fronte all'altro alla distanza di circa un cen­timetro. Al centro dei due specchi verrà sistemata la lampadina - flash (consigliabile usare il tipo PF 1B per le piccole sezioni fino a cinque metri di raggio, PF 5B per sezioni maggiori). E' consigliabile dipingere con del colore nero opaco le due superfici interne dei dischi per evitare falsi riflessi. Per la costruzione del flash si è pensato di usare due stampi di alluminio comunemente usati per le pizze.

Per quanto riguarda l'uso una volta sta­bilita la sezione del pozzo o della galleria che s'intende rilevare, ci si pone al centro con il flash in posizione ortogonale rispetto al­l'asse e ad una altezza dal piano di fondo di circa 1 - 2 m a seconda della grandezza della sezione. E' consigliabile porre la macchina fotografica sul cavalletto ad una distanza tale da coprire completamente la sezione che si desidera fotografare. Dopo di ciò si apre l'otturatore sulla posizione «13» e con il diaframma due o tre volte più aperto che in una normale fotografia di grotta. A questo punto si fa scattare il flash che, proiettando una fascia luminosa sulle pareti, riprodurrà esattamente la sezione della galleria. E' consigliabile eseguire al centro dello specchio       rivolto verso la macchina fotografica, un foro di circa uno - due mm che renderà possibile il calcolo delle proporzioni della sezione.

Si consiglia che all'atto di eseguire la foto la cavità rimanga completamente buia che non vi siano altre luci tranne quella del flash, che potrebbero così alterare la riuscita della fotografia

                                                                                                    Fulvio Forti