home > l'attività > Estero > Slovenia > 2007 - Aggiornamenti catastali in Slovenia

AGGIORNAMENTI CATASTALI IN SLOVENJA

pubblicato su " PROGRESSIONE N 54 " anno 2007 

Vengono presentati alcuni rilievi e relazioni di esplorazioni effettuate in Slovenia dal nostro gruppo.

Jama v Skrlici - Caverna del nido presso S.Canziano

L'ingresso di m 9 x 12 s'apre sul bordo di un grande prato quasi all'estremo della dolina Coboli.Si scende in arrampicata una paretina di 4 metri e ci si trova sulla sommità di una ripida china detritica che permette di entrare nella caverna. Il suolo si presenta sempre detritico e in pendenza. Dopo una decina di metri si può visitare sulla sinistra una rientranza che termina sotto una bella colata calcitica. Si continua la discesa e la volta mantiene un'altezza di circa m 5. A 22 metri dall'ingresso la discesa ha termine e il suolo diventa pianeggiante. Dopo altri 10 metri la cavità finisce.

VG 329/ S 1096 1:25.000 Divaca, coordinate GK 5420771 - 5057944, quota ingresso m 453, sviluppo planimetrico m 46, sviluppo spaziale m 50, profondità m 16, rilevatori Umberto Mikolic – Cinzia Corigliano 16-9-2005.

 

Grobisceva jama – Abisso di Temenizza

L'ingresso, di m 5 x 7, s'apre in un terreno in lieve pendenza ed è protetto da un filo di ferro.

Sul lato nord dell'orifizio si estende una cavernetta lunga m 7, visitabile senza attrezzi. Il pozzo si presenta ben calcificato e man mano che si scende si allarga. Alla profondità di m 25 si nota sul lato sud la presenza di una grande colonna. Il fondo è detritico e in lieve pendenza.

VG 474/ S 6958 1:25.000 Gorjansko, coordinate GK 5397778 -5077867, quota ingresso m 322, sviluppo planimetrico m 27, sviluppo spaziale m 70, profondità m 55, pozzo accesso m 53, rilevatori Umberto Mikolic – Franco Tiralongo 1-4-2006.

 

Grotta Spinosa – Drnovca

L'ingresso è ubicato al limite di un prato, circa 200 metri a sinistra del bivio per Podibrese sulla strada Sesana-Storie.

Conviene effettuare la discesa dal lato sud. A –15 s'incontra un ripiano. A –25 un grande ponte naturale. Il fondo del pozzo è costituito da una alta galleria con una ripida china detritica ricoperta da immondizie. Dopo circa 15 metri la volta si abbassa e mantiene un'altezza di 5 metri. Dopo altri 15 metri una nicchia concrezionata pone fine alla cavità.

VG 991/ S 7174 1:25.000 Divaca, coordinate GK 5415948 - 5065895, quota ingresso m 345, sviluppo planimetrico m 42, sviluppo spaziale m 94, profondità m 74, rilevatori Umberto Mikolic – Franco Florit – Paolo Toffanin 16-5-2004.

 

Jabcina – Caverna a SO di Castelnuovo

L'ingresso, largo m 3,6 e alto 2,3, s'apre quasi sulla sommità di una collina, in un rado bosco di faggi. Una volta entrati si percorre una galleria in lieve discesa che diventa sempre più grande e tende a curvare verso sinistra, sboccando in un'ampia sala larga m 20 e alta m 8. La grotta prosegue poi in salita. Si cammina su alcuni blocchi e si giunge in un tratto fortemente concrezionato, con colate calcitiche e grandi gruppi colonnari. Giunti in un tratto nuovamente in discesa, la cavità si ampia fino a raggiungere una trentina di metri di larghezza. Un ultimo cunicolo di una quindicina di metri in lieve discesa si sviluppa dietro a delle colonne.

VG 1108/ S 941 1:25.000 Obrov, coordinate GK 5432392 - 5040857, quota ingresso m 605, sviluppo planimetrico m 135, sviluppo spaziale m 137, profondità m 7,5, rilevatore Umberto Mikolic 29-10-2005.

Golobnica - Grotta Colombaia

La bocca, di circa m 11 x 13, s'apre pochi metri a NE di una dolina, in un fitto bosco ed è recintata.

Si scende in una voragine di una quindicina di metri avente il fondo coperto da detriti e tronchi d'albero. Si procede quindi verso sudest effettuando un'arrampicata di 3 metri (II°) e sulla sua sommità si può visitare una galleria di m 12, dal suolo argilloso. Nella parte iniziale di essa e sul lato destro un foro dà accesso ad un pozzo interno che sbocca nel mezzo di una caverna inferiore circolare, ben concrezionata. Da essa si può visitare un breve ramo che si sviluppa a fianco di un muro di detriti provenienti dal pozzo d'accesso.

VG 2205/ S 1910 1:25.000 Branik, coordinate GK 5408010 - 5072000, quota ingresso m 254, sviluppo planimetrico m 68, sviluppo spaziale m 90, profondità m 27,4, pozzo accesso m 16, pozzi interni m 11,5, rilevatori Umberto Mikolic 10-9-2005.

 

Brezno Gorenji Borst – Pozzo 2° a NE del Monte Calvo

S'apre ad una ventina di metri da un sentiero che attraversa il lato est del Monte dei Pini – Goli Vrh, al limite di un prato. La cavità è segnata sulla carta 1:25.000 slovena. Il pozzo d'accesso è discendibile dal lato nordest in arrampicata. Ci si trova così sulla sommità di un ripido ghiaione che conduce alla base della parete sudovest, sotto la quale, tramite un portale, si giunge ad un pozzo interno di m 5,2 con le pareti calcificate. Si visita infine un ultimo pozzetto abbastanza concrezionato.

VG 2346/ S 8536 1:25.000 Sesana, coordinate GK 5411711 - 5059340, quota ingresso m 405, sviluppo planimetrico m 37, sviluppo spaziale m 54, profondità m 30, pozzo accesso m 14, pozzi interni m 5,2/ 5, rilevatori Umberto Mikolic – Franco Florit 8-12-2004.

 

Pozzo a SO del Monte Lenciaio - Jama v Strfu

L'orifizio, largo m 7,5 e alto 2, s'apre sotto una parete, una quindicina di metri sopra la strada per la Val d'Inferno.

Il suolo è dapprima in discesa, poi quasi pianeggiante. Dopo 7 metri si può visitare una breve diramazione sulla sinistra. Proseguendo dritti si percorre in lieve discesa un corridoio di una ventina di metri che alla fine diviene troppo stretto per poter proseguire. Sul suo lato destro si notano due brevi diramazioni.

VG 2530/ S 983 1:25.000 Sneznik, coordinate GK 5455665 -5051680, quota ingresso m 1524, sviluppo planimetrico m 50, sviluppo spaziale m 51, profondità m 6,8, rilevatore Umberto Mikolic 23-7-2005.

 

Grotta II ad E di S.Servolo - Jama pri Kalu

L'ingresso, di m 1,5 x 4,5, s'apre in terreno roccioso, poco sopra una dolina con un laghetto.

Il pozzo d'accesso si presenta inizialmente un po’ inclinato e tende a restringersi fino alla profondità di m 6. Dopo altri 5 metri le pareti si allargano permettendo di scendere dall'alto in una spaziosa caverna avente le dimensioni massime di m 20 x 45. Le pareti sono ben concrezionate e sul lato est s'erge imponente una grossa stalagmite alta m 3,7. Sul lato sud, alla base del cono detritico, si possono visitare due brevi cunicoli.

VG 2741/ S 1401 1:25.000 Kozina, coordinate GK 5412537 - 5050588, quota ingresso m 422, sviluppo planimetrico m 69,2, sviluppo spaziale m 112, profondità m 38, pozzo accesso m 31, rilevatore Umberto Mikolic 10-1-2006.

 

Jama 2 Velikem Dolu – Inghiottitoio di Alber

L 'ingresso, di m 1,2 x 2,2, s'apre in un solco sul lato est della grande dolina ad ovest di Alber, ad una trentina di metri dal fondo.

La parte iniziale è ad imbuto e con le pareti costituite da terra. A –5 ci si trova in un pozzo con le pareti calcificate e rivestite da fango. A – 16 si tocca un ripiano sopra il quale si notano due grandi colonne. Si prosegue la discesa per altri due salti inclinati di m 10 e poi 2. Qui si nota verso est l'imbocco di un corridoio col fondo costituito da un laghetto. Esso termina alla base di un alto camino. Proseguendo la discesa si giunge sul fondo avente dimensioni medie di m 2,5 x 6. Sul lato nord si nota un foro che immette in un pozzetto di almeno 4 metri che si è rinunciato a scendere a causa del fango.

VG 3502/ S 4101 1:25.000 Branik, coordinate GK 5411891 - 5071008, quota ingresso m 260, sviluppo planimetrico m 46, sviluppo spaziale m 75, profondità m 40, pozzo accesso m 16, pozzi interni m 10/ 2/ 8,7/ 4 ?, rilevatore Umberto Mikolic 22-5-2007.

 

Spodmol v Misni Peci – Riparo sottoroccia a sudest di Ospo

Breve antro che s’apre nell’angolo nordovest di una valle sita a sudest di Ospo: per accedervi è necessario superare una paretina di circa 3 metri. Le pareti si presentano ben concrezionate.

Con lo sviluppo dell’arrampicata sportiva, la cavità è venuta a trovarsi nel mezzo della rinomata palestra di Misja Pec e la volta della caverna è ora percorsa da diverse vie.

S 4534 1:25.000 Dekani, coordinate GK 5411635 - 5047735, quota ingresso m 105, sviluppo planimetrico m 12,5, sviluppo spaziale m 15, profondità + m 5, rilevatore Umberto Mikolic 22-12-1985.

 

Gamsov Pekel – Inferno dei camosci

Questa grande voragine s'apre sul fondo di una conca che si estende sotto una carrareccia dalla quale ha inizio il sentiero per il Piccolo Nevoso.

La discesa è stata effettuata dal lato sud, prestando molta attenzione per evitare la caduta di pietre. Il fondo è ricoperto da un potente cumulo di neve. Nel punto più fondo si percorre orizzontalmente un breve vano tra roccia e neve.

S 4276 1:25.000 Sneznik, coordinate GK 5455900 - 5050310, quota ingresso m 1350, sviluppo planimetrico m 64, sviluppo spaziale m 122, profondità m 45, pozzo accesso m 40, rilevatore Umberto Mikolic 23-7-2005.

 

Jama pri Sesani – Grotta presso Sesana

Per raggiungere questa interessante cavità occorre percorrere la strada Sesana – Vercogliano fin oltre la sella ad ovest del Lenivec per un'ottantina di metri. Si lascia quindi la strada e si risale un po’ il pendio verso est per circa 150 metri. L'ingresso è costituito da un pozzo di m 5 x 6 con accanto una voraginetta di m 6 x 8 a fondo cieco. Scendendo il pozzo d'accesso di m 12,5 si nota che ci si innesta dall'alto in una grande caverna col suolo in pendenza ricoperta da blocchi e detriti. Per uno sviluppo di circa m 25 la volta si mantiene alta sempre una quindicina di metri e la larghezza è pressochè costante di 6 metri. Occorre quindi effettuare un'arrampicata di m 8, valutata di III. Si giunge così in una sala superiore larga 16 metri e alta 6, adornata da un gruppo di graziose stalagmiti. Nel punto estremo si visita un rametto in salita che termina con un breve camino. Tornando invece sulla sommità dell'arrampicata si nota, verso est, l'imbocco di un corridoio in salita. Alla sua base sprofonda un pozzo di m 16, al quale ne segue un altro di m 4,6 che porta alla massima profondità della grotta. Percorso invece il corridoio e scavalcata l'imboccatura di un secondo pozzo che si collega al primo, si giunge sull'orlo di un grande pozzo di m 15,2 sormontato da un alto camino. Questo pozzo si presenta ben concrezionato ed è stato denominato »Belo brezno« perché le pareti sono bianche e asciutte. I due pozzi si collegano quasi sul fondo con una stretta fessura e non danno adito ad ulteriori prosecuzioni.

S 8534 1:25.000 Sesana, coordinate GK 5410972 - 5064111, quota ingresso m 405, sviluppo planimetrico m 110, sviluppo spaziale m 175, profondità m 38,3, pozzo accesso m 4/ 12,5, pozzi interni m +8/ 16/ 7,6/ 15,2/ 4,6/ 7/ 9,4, rilevatori Umberto Mikolic – Fabio Pestotti - Paolo Toffanin 17-5-2003/ 27-2-2005.