Mario Millo

 

MARIO MILLO- (1944 – 2003)

Testo pubblicato su Alpi Giulie, 98/2 ,Trieste 2003
Il 26 settembre è sommessamente uscito dalla vita Mario Millo, nostro socio per molti anni. Nato il 19 ottobre 1944, era entrato a far parte dell’Alpina nel lontano 1967, attraverso – come molti altri giovani – l’attività grottistica.
Si era infatti avvicinato ai misteri del mondo sotterraneo partecipando alle uscite in Carso della nostra Commissione Grotte; fisico non eccessivamente robusto, aveva dato alla società quel che ha potuto: il fatto di non poter scendere a profondità abissali nelle ostiche voragini del Canin non lo aveva scoraggiato, aveva accettato la sua funzione subalterna trovando comunque un ruolo nella vita del gruppo. Lo si trovava spesso partecipe alle opere di scavo, di accompagnamento didattico, di supporto logistico.
Quando il lavoro, gli anni e le vicissitudini della vita lo hanno distolto dalle grotte e dall’Alpina, a differenza di tanti altri, ha continuato a frequentare la società, dando sempre una mano quando ne veniva richiesto. Negli ultimi anni lo si vedeva spesso con il nostro bibliotecario spostare pacchi di libri: la biblioteca dell’Alpina ha perso con lui un umile ma volonteroso collaboratore che alla società aveva sempre dato quel che poteva senza chiedere mai nulla in cambio.
Un’improvvisa ferale malattia in pochi mesi lo ha allontanato dalla sede sociale, facendogli finire gli ultimi suoi giorni in un nosocomio di Aurisina, su quel Carso che aveva conosciuto, anche dal di dentro, quasi quarant’anni prima.